Doveri fiscali del titolare di una Sagl svizzera domiciliato in Italia

Sono proprietario del 100% delle quote di una Sagl svizzera. Risiedo in zona di frontiera e sono dipendente di questa società, attiva nel campo delle consulenze informatiche. Ho alcune domande:

Quando compilo il modello RW dove dichiarerò lo stipendio e il conto corrente che possiedo in Svizzera, dovrò dichiarare anche la quota di partecipazione aziendale che sarà del 100%? 

Oltre a questo devo dichiarare qualche cosa d’altro se non percepisco gli utili o dividendi?  Oppure comunque gli utili della società vengono comunque tassati in Italia?

E se  fatturo di più in Italia che Svizzera potrebbe essere un problema per agenzia delle entrate? O comunque per l’Italia in generale?

Se risiede in zona di frontiera non deve dichiarare lo stipendio, visto che rientra nella categoria dei frontalieri fiscali. Deve invece dichiarare al fisco italiano il conto corrente che possiede in Svizzera (quello intestato a lei, non quello della Sagl), e la quota di partecipazione aziendale.

Gli utili di Sagl svizzera vengono tassati solo dal fisco svizzero. Ma eventuali dividendi che lei incassa come persona vanno dichiarati come reddito da capitale anche al fisco italiano, esattamente come gli interessi del conto corrente (clicca).

Il fatto di avere più clienti in Italia che in Svizzera potrebbe suscitare il sospetto che si tratti di un caso di “esterovestizione” allo scopo di approfittare di un regime fiscale più vantaggioso. Per evitare sospetti è importante che la società venga amministrata dalla Svizzera e che il lavoro venga effettivamente svolto nella sede svizzera della ditta.