Svizzero vuole acquistare casa in Italia

Ho dei clienti svizzeri che vogliono acquistare una casa in Italia. Quali documenti devono produrre al momento del rogito? E’ necessario il Codice Fiscale? Mi dicono che in Svizzera non esiste ma la segretaria del notaio mi dice che è necessario un codice fiscale temporaneo… è corretto? Il pagamento possono farlo con un Assegno Circolare da banca svizzera in valuta Euro? Ed infine, la fattura di intermediazione deve menzionare l’IVA al 22%?

Diamo qualche informazione generale riguardo ai requisiti richiesti a un cittadino svizzero che vuole acquistare un immobile in Italia, ma sottolineiamo che dovrebbe essere il notaio ad avere l’ultima parola sulle modalità della transazione. Assumiamo che i suoi clienti non siano residenti, perché in questo caso una parte delle domande non si porrebbe.

Un requisito fondamentale è sicuramente un passaporto valido che confermi l’identità dei clienti.

Il codice fiscale è necessario, perché gli acquirenti diventeranno contribuenti italiani almeno per quel che riguarda le imposte sulla casa. Come residenti esteri devono farselo attribuire dal Consolato italiano vicino alla loro residenza, oppure presso un Ufficio dell’Agenzia delle entrate in Italia. Si può fare anche online.

Non vediamo problemi con un assegno emesso da una banca svizzera, ma dato che per le spese e le imposte sulla casa i clienti dovranno far fronte a transazioni con enti italiani, è consigliabile aprire un conto bancario o postale in Italia, e far transitare i soldi per questa via.

L’IVA va menzionata, visto che la casa non viene esportata in Svizzera, e anche la prestazione di intermediazione è riferita al territorio italiano.

Ricordiamo inoltre i requisiti di reciprocità richiesti ai cittadini svizzeri: https://www.infoinsubria.com/puo-societa-svizzera-acquistare-immobili-italia/