Anni di lavoro in CH e requisiti per la pensione italiana

Gli anni di lavoro in CH sono cumulabili, anche se figurativi, ai fini di maturare il requisito dei 40 anni di anzianità in Italia?

Gli anni di lavoro in Svizzera sono cumulabili per maturare il requisito alla pensione italiana. Sono però figurativi: la pensione italiana viene versata sulla base dei contributi versati in Italia. La risposta alla domanda è quindi affermativa. Le regole sulla pensione italiana sono cambiate: in generale per quelle di vecchiaia servono 66 anni e tre mesi all’anagrafe per gli uomini, 63 e nove mesi per le donne lavoratrici dipendenti, 64 e nove mesi per le lavoratrici autonome. Per le pensioni di anzianità servono 42 e mezzo di contributi per gli uomini e 41 e mezzo per le donne. Dopo 42 anni di lavoro suddiviso fra la Svizzera e l’Italia, si ha diritto alla pensione italiana, che viene però commisurata ai contributi effettivamente versati in Italia. La pensione svizzera, commisurata agli anni di contributi pagati in Svizzera, la si riceve a 65 anni. Sul pensionamento in Italia vedasi anche questo articolo (clicca).