Fare impresa in Ticino piace agli italiani

Lugano (foto L. Holländer)

Sono più di 4500 le imprese fondate in Ticino da imprenditori italiani negli ultimi anni. Risulta da una indagine pubblicata dal quotidiano economico Handelszeitung di Zurigo. Nel 2013 le nuove imprese fondate da italiani sono state 2346. Le ragioni per l’interesse suscitato dalla Svizzera sono soprattutto i vantaggi fiscali, l’affidabilità delle infrastrutture e la semplicità delle procedure.

Complessivamente le imprese fondate stranieri hanno creato in Svizzera lo scorso anno 30’000 nuovi posti di lavoro. Ma anche le ditte straniere fondate in Svizzera devono confrontarsi con le difficoltà di trovare la manodopera adeguata. Soprattutto in certi campi, come il web, nonostante la presenza di scuole di ottima qualità, per il reclutamento di personale ci si rivolge all’estero.

Sintomatico è l’esempio della piattaforma di commercio online ezebee.com, fondata da Frank de Vries, un cittadino olandese e da un collega tedesco nel canton Zugo. Il quartier generale svizzero della ditta occupa 21 persone. Ma i programmatori lavorano in Romania. “Troppo difficile trovarne di adeguati in Svizzera. E poi sarebbero troppo cari,” afferma de Vries. L’alternativa alla Svizzera, per ezebee.com, avrebbe potuto essere l’emirato del Dubai, dove avrebbe potuto approfittare anche di 50 anni di esenzione fiscale. “Ma non abbiamo bisogno di server affidabili, e per questo la Svizzera offre maggiori garanzie.”

Per la Svizzera la presenza di imprenditi stranieri non è comunque un fenomeno nuovo o recente. Basti pensare a ditte come la Nestlé, fondata dal tedesco Henri Nestlé, alla ABB, fondata dal bavarese Walter Boveri, o alla Swatch, alle cui origini ci sono state le visioni imprenditoriali dell’immigrato libanese Nicolas G. Hayek.

Le ditte fondate con capitale italiano si concentrano evidentemente nella Svizzera italiana, a Lugano e a Chiasso. Questa collocazione permette loro di far capo al mercato del lavoro lombardo per risolvere il problema del reclutamento del personale. In questo caso i posti di lavoro creati in Svizzera hanno un valore effimero per il mercato locale.

Red.