Ticino: disoccupazione al 3,9%

Cassa disoccupazione (foto Liliana Holländer)

In settembre la disoccupazione in Ticino è leggermente aumentata: a fine mese figuravano iscritti presso gli Uffici regionali di collocamento 6’210 disoccupati. A fine settembre 2014 il tasso di disoccupazione si è pertanto attestato al 3.9%, aumentando di 0.1 punti percentuali rispetto al mese precedente.

Rispetto ad agosto 2014 il numero dei disoccupati ha dunque conosciuto un aumento di 174 unità (+2.9%); durante lo stesso periodo dell’anno scorso si era invece manifestato un incremento di 126 unità (+1.9%). L’aumento più consistente del numero di disoccupati si è registrato nelle professioni alberghiere e dell’economia domestica (+104 unità; +10.6%).

Da segnalare in controtendenza le variazioni che hanno interessato le professioni dell’edilizia (-25 unità, -3.9%), le professioni commerciali e amministrative (-25 unità; -2.7%) ed il gruppo assistenza sociale e spirituale e educazione (-18 unità; -13.1%).

In media negli ultimi 12 mesi sono stati registrati 6’945 disoccupati, pari ad un tasso del 4.3%, che è inferiore ai valori medi annui calcolati per il 2012 e per il 2013.

Stabile il tasso di disoccupazione nazionale

I dati della Segreteria di Stato dell’economia (SECO) indicano che Il tasso di disoccupazione è rimasto invariato a livello nazionale al 3.0%. A fine settembre 2014 erano registrati presso gli Uffici regionali di collocamento di tutta la Svizzera 129’965 disoccupati, ossia 1’531 in più rispetto al mese precedente (+1.2%).

Il numero delle persone in cerca di impiego iscritte corrispondeva a 183’113 il che equivale ad un incremento di 3’233 unità se si considera la quota raggiunta a fine agosto 2014 (+1.8%).

Red./Comunicato