Al cinema le nuove avventure della Palmira, la star degli schermi ticinesi

I mitici personaggi che due anni fa hanno dato vita all’evento cinematografico ticinese tornano sullo schermo con una nuova avventura. “Palmira, complotto nel Mendrisiotto”, il nuovo ed attesissimo film realizzato dal regista Alberto Meroni e interpretato dalla Compagnia Comica di Mendrisio esce oggi nelle sale ticinesi.

Si tingono di giallo le avventure della Palmira. Tutto comincia con un importante appuntamento elettorale. È sempre stata Palmira a decidere chi doveva essere eletto sindaco. Quest’anno fa eleggere Peter, suo nipote. In verità Peter più che alla politica si interessa al gioco delle bocce. Ma non importa, tanto le decisioni le prenderà sua zia Palmira.

Nonostante la sua incompetenza Peter viene eletto quasi all’umanità, ma il giorno seguente l’entrata in carica viene arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Alla carica gli subentra il vice-sindaco, un poco raccomandale compare di recente naturalizzazione. A questo punto Palmira, Miglieta e Geni dovranno trasformarsi in detective, per dare una mano al povero Peter, costretto contro la sua volontà a rimanere lontano dai campi di bocce.

Alberto Meroni ha fatto tesoro dell’esperienza acquisita con il primo film, ed è riuscito a dare alle avventure della Palmira un ritmo indiavolato, in cui le situazioni comiche si susseguono a tambur battente, in un tripudio di effetti visivi e di battute esilaranti.

Al nuovo film hanno partecipato i bravissimi attori della Compagnia comica di Mendrisio Rodolfo Bernasconi (la Palmira), Germano Porta (la Miglieta), Valerio Sulmoni (ul Geni), Diego Bernasconi (il nipote Peter e sceneggiatore). Al loro fianco anche alcuni dei grandi nomi del mondo dello spettacolo ticinese, quali Flavio Sala (che con grande talento interpreta ben quattro personaggi diversi tra i quali anche Bussenghi e Verunell), Simona Bernasconi, Federico Caprara, Marco Capodieci, Bigio Biagi, Erik Bernasconi ed altri volti noti della RSI.

Ricordiamo che il precedente film è stato nella storia della cinematografia ticinese in assoluto il film più visto al cinema con oltre 17’000 spettatori.

Red.