Trenord: accordo da 450 milioni con la Regione Lombardia

A formare l'accordo Formigoni, Cattaneo e Biesuz, ad di Trenord (Foto Regione Lombardia)

Nuovi investimenti per 225 milioni in tre anni destinati all’acquisto di altri treni, obiettivi di qualità cui sono legati premi e penali, indici di miglioramento della puntualità e aumento graduale dal 20 al 30 per cento del bonus agli abbonati. Sono queste le principali novità previste dal contratto di servizio con Trenord siglato dalla regione Lombardia e da trenord, appunto. Si tratta del primo contratto unico per tutto il sistema ferroviario regionale, ha valenza triennale e vale 450 milioni iva compresa all’anno, senza clausola di rinnovo: nel 2014 il servizio verrà messo a gara.

‘Regione Lombardia è l’unica in Italia ad avere potenziato il servizio ferroviario regionale, nonostante i tagli imposti dal Governo – ha detto il Presidente della Regione Roberto Formigoni presentando l’accordo- dimostrando così maggior efficienza e virtuosità di altri pur in presenza degli stessi problemi. Trenord ha dimostrato di essere una società di trasporto pubblico affidabile e virtuosa: ha infatti incrementato le corse e i passeggeri (tra il 10 e il 15%) e ha diminuito le soppressioni (-34%). E’ stato inoltre potenziato il servizio suburbano, sono stati migliorati i collegamenti tra il capoluogo e l’aeroporto di Malpensa, rinnovati i convogli e le locomotive e aumentato il decoro e la pulizia dei treni. Tutto ciò chiudendo il bilancio 2011 in attivo, con un fatturato in crescita, e generando utili e investimenti’.

La durata del nuovo contratto, del valore di 450 milioni di euro (Iva inclusa) per il 2012, è di tre anni (2012-2014) senza clausola di rinnovo alla scadenza, in modo da poter procedere alla messa a gara del servizio come prevede la recente Legge regionale.

Sono previsti 225 milioni di investimenti per materiale rotabile a cura di Trenord (23 treni nuovi e 7 rinnovati), che si sommano ai 250 milioni già previsti dai due contratti precedenti (comprendenti 17 treni ancora da ordinare). Il totale è pertanto di 40 treni nuovi e 7 rinnovati. In definitiva, la flotta di TSR a due piani arriva a 93 treni e quella dei Vivalto a 10. Il contratto contiene poi un terzo ordine di 10 treni Coradia che si aggiungono agli 8 previsti dal contratto precedente (già in servizio) e ai 6 acquistati dalla Regione per il Malpensa Express (già in servizio). Verrà inoltre completato il piano di rimessa a nuovo degli interni, degli esterni e delle parti meccaniche, cominciato con i contratti precedenti.

Grandi gli sforzi richiesti a Trenord: – la puntualità media mensile ai cinque minuti per l’intera giornata dovrà passare dagli 89,60% dei treni del 2012 al 95% nel 2015. – La puntualità media mensile ai cinque minuti per la fascia di punta dal lunedì al venerdì dovrà salire dagli 84,30% del 2012 al 90% del 2015. – Il ritardo medio ponderato dovrà passare dai 2’36” del 2012 a 2’00” nel 2015. – La percentuale media di soppressioni al giorno (parziali e totali) da 0,70% pari a 15,75 corse su 2200 giornaliere del 2012 a 0,40% pari a 9,60 corse nel 2015.

Com.