Varese guarda ai mercati arabi

Il convegno di Varese (foto CamCom)

Nel 2013 le industrie della provincia di Varese hanno esportato beni per 112 milioni di euro verso gli Emirati Arabi Uniti, per 99 milioni verso il Qatar, per 96 milioni verso l’Arabia Saudita e per 7 milioni verso la Giordania. L’importanza degli scambi fra il Varesotto e il mercato arabo è stata sottolineata in occasione dell’incontro l’incontro fra operatori economici del Varesotto e operatori di Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Giordania e Qatar tenutosi nel centro congressi “Ville Ponti.”

Durante il meeting alle Ville Ponti ci si è addentrati nell’analisi dei settori e delle realtà che fanno dell’export uno dei fattori portanti del Sistema Varese sul piano economico: il 45% del fatturato delle imprese varesine è generato all’estero. E, secondo le ultime indicazioni, i numeri di quest’anno – pur in lieve flessione rispetto al 2012 e al 2013 quando furono ai livelli più alti di sempre – non si allontaneranno dai 10 miliardi di export.

In tutti e quattro i casi, in primo piano ci sono i macchinari e i mezzi di trasporto. “Il nostro sistema Varese, però, sa offrire anche molte altre eccellenze produttive – ha affermato il presidente della Camera di Commercio Renato Scapolan –. Ci sono insomma le premesse per fare bene. Questo alla luce anche di un evento come Expo2015 che l’anno prossimo potrà fungere da catalizzatore d’interesse. E Varese costituisce il territorio più vicino all’area di Rho-Pero che sarà il cuore dell’Esposizione Universale.”

Le diverse imprese varesine, presenti alle Ville Ponti e aggregate dal consorzio per l’internazionalizzazione Provex, hanno avuto l’occasione di mettere le premesse a futuri rapporti commerciali grazie a incontri personalizzati con gli operatori arabi presenti a Varese.

Red./Comunicato