Van De Sfroos sabato a Clivio, patria del contrabbando

Davide Van De Sfroos torna “a casa”, a Clivio. Certo il cantautore è di Mezzegra, sul lago di Como, ma il suo nome d’arte che rievoca il periodo del contrabbando ai confini con la Svizzera, finalmente arriva per la prima volta in uno dei luoghi simbolo di questo commercio di frodo sulla linea di confine: Clivio coi suoi boschi fra Arzo, Serpiano e il Monte San Giorgio, teatro di incredibili inseguimenti fra spalloni e Guardia di finanza.

Lo farà sabato (ore 21.30, porte aperte alle 19.30) con un concerto del tour Van De Estaa. A ospitarlo sarà l’associazione Ivantus che allestirà un palco nel pratone del campo sportivo di via Ermizada durante la due giorni dedicata alla Military Fest e alla commemorazione dei cent’anni della Prima Guerra Mondiale. Il clou dell’evento sarà lo spettacolo di Van De Sfoos che sta riscuotendo già moltissimo successo in tutta Italia. Come da tradizione, sarà un concerto libero da dischi, pieno di ritmo e di carica, tra passato, presente e futuro delle sue più famose canzoni, fino agli ultimi successi dell’album “Goga e Magoga”. Per l’occasione, Davide Van De Sfroos sarà affiancato dai musicisti della sua band. Angapiemage “Anga” Persico al violino, Davide “Billa” Brambilla fisarmonica, tastiere, tromba, Maurizio “Gnola” Glielmo alle chitarre, Lele Garro al basso, Silvio Centamore alla batteria e la voce di Leslie Abbadini. I biglietti, al costo di 15 euro più diritti di prevendita si trovano sui circuiti ticketone.it e booking show.it oppure nei punti vendita indicati sul sito ivantus.it. Per i bambini da 0-6 anni l’ingresso è gratuito, mentre scende a 10 euro per i ragazzi da 6 a 10 anni.

L’evento si inserisce nella due giorni di Military Fest organizzata a Clivio dall’associazione Ivantus. Si parte sabato con l’arrivo dei veicoli militari d’epoca. Poi, alle 15, si partirà per un tour guidato in Svizzera con i mezzi, visita al Birrificio ticinese e al Military store di Stabio. Domenica, come da tradizione militaresca, sveglia all’alba e partenza (ore 8.30) in autocolonna in direzione del colle San Giorgio per la Messa Alpina e passaggio in galleria Linea Cadorna sul Monte Orsa. Alle 12 si scenderà a valle per la parata nel centro di Clivio e la commemorazione del centenario della Prima guerra mondiale” al monumento dei caduti.

Infine (ore 15) si salirà di nuovo sui mezzi per dei giri in fuoristrada tra le campagne e boschi locali e in serata concerto della band Ogm e spettacolo pirotecnico. L’evento, organizzato dall’associazione Ivantus, prevederà il “rancio” dello stand gastronomico a partire da sabato a pranzo fino a domenica sera.

Nicola Antonello