Ticino: il tasso di disoccupazione sale al 4,6%

Cassa disoccupazione (foto Liliana Holländer)

Leggero aumento della disoccupazione in Ticino: in dicembre la Segreteria di stato per l’economia (Seco) ha contato in Ticino 7382 disoccupati, con un aumento dello 0,2% rispetto al mese precedente. La situazione è però leggermente migliore rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. A livello nazionale si riscontra un tasso di disoccupazione del 3,2% (+0,2%).

Nel confronto intercantonale il Ticino si colloca fra i cantoni con una disoccupazione medio alta. Il tasso di disoccupazione più alto lo si riscontra in Vallese (5,8%), mentre nel canton Obwaldo i disoccupati raggiungono solo l1,1%. L’aumento registrato viene fatto risalire soprattutto a fattori stagionali.

Complessivamente in Svizzera alla fine di dicembre presso gli uffici di collocamento erano iscritti 147’369 disoccupati, ossia 10’817 in più rispetto al mese precedente. Il numero di giovani disoccupati (15-24 anni) è aumentato di 559 unità (+3,0%) arrivando al totale di 19’161, ciò che corrisponde a 820 persone in meno (-4,1%) rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

Nel 2014 il calo della disoccupazione ha subìto un lieve rallentamento. Tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014 il numero di disoccupati è aumentato sensibilmente, raggiungendo in gennaio le 153’260 unità, il valore più alto dal 2010. Alla fine del 2014 la disoccupazione è complessivamente diminuita in confronto all’inizio dell’anno, e l’incremento di fine anno è puramente stagionale. Va inoltre detto che da giugno 2013 il tasso di disoccupazione destagionalizzato non ha mai superato il 3,2%.

Red.