Proroga fino a novembre per la “voluntary disclosure”

Il governo italiano esteso i termini per l’adesione alla denuncia volontaria al fisco dei capitali non dichiarati al fisco. Gli evasori desiderosi di mettersi in regola avranno ancora tempo fino al 30 novembre per aderire alla procedura, e fino al 30 dicembre per presendare la documentazione.

La proroga, in presenza di un numero molto elevato di richieste di adesione pendenti, risponde all’esigenza di riconoscere più tempo per completare gli adempimenti previsti, tenuto conto delle problematiche di recepimento della necessaria documentazione, anche in ragione del fatto che l’acquisizione richiede il coinvolgimento di soggetti esteri.

Secondo dati non ufficiali, il governo si aspetta da questo provvedimento introiti tra 3 e 5 miliardi. Sulle adesioni inoltrate finora non sono state pubblicate informazioni, ma sembra che il loro numero sia inferiore al previsto, anche a causa della scarsa chiarezza su molti aspetti del provvedimento.

Red.