In Ticino quasi metà dei residenti è di origine straniera

 

 

 

(foto Ufficio federale della migrazione)

 

 

Con Ginevra e Basilea città il Ticino è il cantone con la percentuale più alta di residenti di origine straniera. A Ginevra la percentuale è del 60,5%, a Basilea città del 50,5% e in Ticino del 47,1%. Su scala nazionale, in Svizzera il 35% della popolazione di 15 anni o più presenta un passato migratorio.

Nel 2013, 2,4 milioni dei 6,8 milioni di persone di 15 anni o più che vivono in Svizzera avevano un passato migratorio. I quattro quinti di loro sono nati all’estero; il quinto rimanente è nato in Svizzera ma da genitori nati all’estero. Un terzo abbondante (35%) possiede il passaporto svizzero. Questa popolazione, più giovane, frena l’invecchiamento della popolazione residente in Svizzera. Questi e altri risultati emergono da un’analisi dell’Ufficio federale di statistica (UST) sullo statuto migratorio della popolazione residente permanente.

Nel 2013 la popolazione residente permanente di 15 anni o più si componeva del 35% di persone con un passato migratorio (2’374’000 persone). In questo gruppo sono comprese tutte le persone i cui genitori sono nati all’estero nonché gli stranieri e le persone naturalizzate con almeno uno dei genitori nato all’estero. La maggior parte di queste persone è nata dalla prima generazione d’arrivo in Svizzera (28%), gli altri dalla seconda (7%).

Tra la popolazione senza passato migratorio (4’397’000 persone di 15 anni o più; 64%), si trovano principalmente Svizzeri di nascita (4’375’000 persone), alcuni Svizzeri naturalizzati (16’000 persone) e gli stranieri di terza generazione o più (6000 persone).

Red.