Il Festival della poesia di Genova a Luino

Luino (foto Wikipedia)

Il Festival internazionale di poesia di Genova “Porte spalancate” fa tappa anche a Luino presentando venerdi 27 giugno un incontro con la poesia georgiana e con il documentarista di Varese Maurizio Fantoni Minnella. Gli appuntamenti sono curati dalla sezione Poevisioni del Festival, dedicata al cinema documentaristico.

In occasione dei suoi 20 anni (1995-2015) e della sua 21a edizione, il Festival Internazionale di Poesia “Parole spalancate” ha pensato di estendere la propria attività culturale al di fuori di Genova con una programmazione prestigiosa importante e che possa continuare e crescere negli anni, coinvolgendo altre località italiane.

Gli appuntamenti con Poevisioni nel cortile di Casa Rossi propongono un incontro con la poesia georgiana a cura della traduttrice Nunu Geladze, che presenta l’antologia della poesia georgiana contemporanea “Vite tralci”.

Con questo lavoro la traduttrice e curatrice ha voluto offrire ai lettori della nostra lingua non soltanto una galleria di poeti, ma entrare attraverso di loro nello “spirito” di un popolo che dall’occupazione dello straniero ha raggiunto la libertà e sta cercando di iniziare con dignità un proprio percorso insieme agli altri popoli della terra e recando all’intero pianeta il contributo della propria originalità.

La sera è in programma la proiezione del documentario “Il cuore di mia madre” di Maurizio Fantoni Minnella. Il film racconta il viaggio dell’autore nel paese dei suoi avi materni, accompagnato da un volontario di Libera, che vive in una sorta di avamposto solitario immerso nella campagna, fra ulivi, vigneti e cardi, creato dall’associazione in una terra sequestrata alla mafia.

Passando attraverso Palermo, i luoghi delle esplosioni mafiose degli anni novanta, le attività di un’associazione come Addiopizzo, e Cinisi, in quella che fu la casa di Peppino Impastato, il documentario possiede un andamento quasi rapsodico, essenziale nel mostrare personaggi e luoghi, appunto, ma anche memorie cinematografiche (Wenders, Rosi, Giordana) che bene esprimono l’anima della Sicilia, sorprendentemente vitale nonostante le ingiustizie e gli orrori subiti per mano della mafia e della malapolitica.

Programma:

Ore 18.00 – Cortile Casa Rossi

Incontro con la poesia georgiana. La traduttrice Nunu Geladze presenta Vite tralci. Antologia della poesia georgiana contemporanea. Sarà presente l’editore Ladolfi.

Ore 21.30 – Cortile Casa Rossi

Proiezione del documentario “Il cuore di mia madre”, taccuino siciliano di Maurizio Fantoni Minnella, Italia, 2015, 45’

Red.