I provvedimento del Ticino contro lo smog estivo

La sensibilizzazione sullo smog estivo e la promozione del trasporto pubblico e della mobilità lenta negli ultimi anni stanno riscuotendo un crescente successo, contribuendo concretamente a migliorare lo stato dell’aria nel Cantone Ticino. Il Dipartimento del territorio − in collaborazione con il Gruppo operativo salute e ambiente (GOSA) − quest’anno ripropone diverse iniziative.

Nei mesi di luglio e agosto (con prevendita dal 15 giugno) sarà possibile acquistare l’abbonamento mensile Arcobaleno (adulti e giovani) della Comunità tariffale Ticino e Moesano con uno sconto del 50%. Lo sconto sale fino al 75% per chi vive nei 109 Comuni che sostengono finanziariamente questa iniziativa (aggiornamenti sul sito www.ti.ch/aria e allegata locandina con prezzi ed elenco Comuni)

Arcobaleno mensile estivo ogni anno registra una crescita del numero di abbonamenti venduti (+4.1% nel 2014), tanto da aver raggiunto il traguardo di 39’000: oltre il triplo di quelli venduti durante il primo anno della proposta (12’400).

Sul sito www.arcobaleno.ch si trovano tutte le informazioni sulle tariffe Arcobaleno, mentre su www.ti.ch/trasporti sono consultabili gli orari dei trasporti pubblici.

• Treno-Bici 2015: marzo – dicembre 2015

Salite impervie o stanchezza sulla via del ritorno da un’escursione in bicicletta, sono superabili grazie all’azione regionale proposta da Dipartimento del territorio, FFS e TILO, valida sino al 31 dicembre 2015.

Proposta 1: con qualsiasi titolo di trasporto valido si può acquistare la Carta giornaliera Ticino-Bici a prezzo ridotto (8 fr. per gli adulti e 5 fr. per i ragazzi). E’ inoltre disponibile la Multi carta giornaliera Ticino-Bici che unisce sei giornaliere Ticino-Bici in un solo biglietto.

Proposta 2: con il biglietto Ceneri-Bici. Questa corsa speciale – al prezzo di 5 fr. per gli adulti e di 3 fr. per i ragazzi, oppure con l’abbonamento a metà prezzo – consente ai ciclisti di evitare le rampe del Monte Ceneri: basta salire alla stazione di Giubiasco e scendere a Rivera-Bironico, o viceversa.

Proposta 3: abbonamento annuale bici scontato del 45%. Con questo speciale abbonamento, chi utilizza regolarmente la bicicletta abbinandola al treno e al di fuori delle ore di punta può viaggiare per tutto l’anno spendendo solo 120 fr. (invece di 220 fr.). Per usufruire di quest’azione bisogna essere residenti in Ticino, possedere un abbonamento annuale Arcobaleno o un abbonamento generale FFS e quindi richiedere il buono di 100 fr. alla Comunità tariffale Ticino e Moesano via e-mail (info@arcobaleno.ch), allegando una copia sia dell’abbonamento sia del certificato di domicilio del Comune di residenza (in alternativa è possibile effettuare la richiesta per posta, scrivendo a Comunità tariffale Ticino e Moesano, Casella postale 1315, 6501 Bellinzona). Dopodiché ci si può recare agli sportelli delle stazioni FFS di Chiasso, Mendrisio, Lugano, Bellinzona, Locarno o Biasca e acquistare l’abbonamento a prezzo ridotto.

L’opuscolo informativo Treno-Bici 2015 è già disponibile in tutte le stazioni; oltre al dettaglio dell’offerta, offre utili suggerimenti per escursioni in tutto il Ticino (informazioni anche sul sito www.tilo.ch).

• Ticino Discovery Card: dal 14 marzo al 1 novembre 2015

Questa carta consente di spostarsi illimitatamente con i mezzi di trasporto pubblico e turistici nelle zone urbane e nelle valli del Cantone, per tre giorni – a scelta – su sette consecutivi, a soli 87 fr. Chi possiede l’abbonamento “metà prezzo” oppure lo Swisstravelpass oppure l’abbonamento mensile estivo Arcobaleno al 50% con tutte le zone paga solo 77 fr.; con abbonamento generale solo 59 fr., mentre per i ragazzi dai 6 ai 16 anni il costo è di 47 fr.

Nel prezzo della carta è inclusa l’offerta turistica con circa 60 attrazioni.

Ulteriori informazioni sul sito www.cartaturisticaticino.ch

• Benzina alchilata

Essendo normalmente sprovvisti di catalizzatore, i motori a due e a quattro tempi degli apparecchi da giardinaggio emettono sostanze inquinanti in misura rilevante. Ad esempio, un normale tosaerba libera nell’aria la stessa quantità di gas nocivi emessa da 26 automobili, una motosega a due tempi inquina come 100 automobili. Utilizzando benzina alchilata si riducono del 95% il benzolo (cancerogeno) e altre sostanze tossiche: le emissioni di un tosaerba saranno così pari a quelle di un’unica autovettura, quelle di una motosega a tre automobili.

Per questi motivi e per salvaguardare la salute dei cittadini, il Cantone e 101 Comuni utilizzano la benzina alchilata per i propri macchinari (vedi elenco Comuni allegato). Inoltre 58 Comuni offrono ai propri cittadini un contributo per l’acquisto di questo tipo di benzina (aggiornamenti sul sito www.ti.ch/aria e nella locandina allegata, altre informazioni con l’elenco dei punti di vendita sono reperibili sul sito www.benzinaalchilata.ch).

• Ondate di caldo: giugno – settembre

Temperature eccessive possono causare crampi, esaurimento fisico, congestione, stanchezza o colpi di calore. A rischio sono in particolare le fasce di popolazione più vulnerabili come quella dei bambini, degli anziani che vivono da soli e delle persone che assumono regolarmente medicamenti.

Per questi motivi la campagna di prevenzione sanitaria del GOSA promuove la distribuzione, tramite i Comuni, di materiale informativo rivolto in particolare agli anziani e agli operatori dei servizi sociali e di cura e assistenza a domicilio.

Da inizio giugno a metà settembre sarà inoltre attivo un servizio di sorveglianza sanitaria che prevede, in caso di allerta canicola dichiarata da MeteoSvizzera Locarno Monti, una comunicazione tempestiva a Comuni, servizi sociosanitari e case per anziani, come pure la diffusione di raccomandazioni alla popolazione tramite i principali mezzi d’informazione.

Tutte le informazioni sono comunque ottenibili sul sito www.ti.ch/gosa oppure tramite infoline telefonando allo 091 814 30 40.

• Infoaria

Durante tutto l’anno è possibile conoscere lo stato dell’aria, anche localmente, consultando il sito www.ti.ch/oasi dell’Osservatorio ambientale della Svizzera italiana (OASI), che consente l’accesso diretto ai dati online sullo stato dell’aria (e a molte altre informazioni, dalla mappatura solare al traffico).

Dal sito è inoltre possibile scaricare gratuitamente l’applicativo per Smartphone “airCHeck” nelle versioni per iPhone e Android, che consente di informarsi sulla quantità dei principali inquinanti atmosferici presenti in ogni punto del territorio svizzero e del Liechtenstein.

Inoltre, dal 1 giugno riprendono i bollettini diramati dalla RSI (Rete 1) tutti i lunedì – alle 12.55 – che aggiornano sullo stato e sull’evoluzione delle concentrazioni di ozono. Sempre su Rete1, vengono inoltre diffusi giornalmente – alle 18.30 – i dati sulle concentrazioni registrate.

Tutte le azioni di sensibilizzazione e promozione rientrano nell’ambito del Piano di risanamento dell’aria, scaricabile dal sito www.ti.ch/aria unitamente al rapporto annuale sulla qualità dell’aria 2014.

Comunicato