Due cadaveri ritrovati nelle Centovalli, vicino al confine italiano

Centovalli (foto CC Adrian Michael)

Non ci sono ancora informazioni certe sull’identità dei due cadaveri ritrovati a Borgnone, nelle Centovalli, nei pressi del confine italiano. La polizia cantonale ticinese ha confermato che si tratta di persone di nazionalità straniera, con tutta probabilità coinvolte in una serie di furti avvenuti durante la notte nella zona.

I  due uomini rinvenuti morti stamane sono stati recuperati dalla Rega. In base ai primi accertamenti si tratterebbe di due stranieri residenti all’estero. Sul posto sono intervenuti anche gli specialisti del Sas. Il ministero pubblico comunica che sono in corso accertamenti per chiarire l’eventuale responsabilità dei due uomini in alcuni furti avvenuti nottetempo a Lionza nonché per chiarire la dinamica di quanto avvenuto.

Pure da accertare l’eventuale presenza sul posto di un terzo uomo che avrebbe cercato aiuto per soccorrerli.

La polizia cantonale aveva comunicato che ieri sera a Lionza in territorio del comune di Centovalli sono stati segnalati alcuni furti con scasso in abitazioni. Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia cantonale per la constatazione e che hanno preso contatto con le persone autrici della segnalazione. Questi ultimi comunicavano che all’esterno della loro abitazione vi era un uomo che chiedeva aiuto e dopo un primo contatto si dileguava facendo perdere le sue tracce.

Le ricerche intraprese durante la notte, in collaborazione con le Guardie di confine, non hanno permesso di ritrovarlo. Questa mattina sono riprese le operazioni di ricerca e poco dopo le 11:00 a Borgnone sono stati avvistati i cadaveri di due uomini in una zona impervia sulla riva del fiume Melezza. Sono state avviate le operazioni di recupero nonché gli accertamenti per chiarire quanto avvenuto e l’identità dei due uomini.

Red./Comunicato