Home » FAQ, Fisco, Salariati in Svizzera

Redditi 2011: la franchigia è ancora di 8000 euro

19 maggio 2012 – 10:38Un Commento

Lo scorso anno ho lavorato per tre mesi in Ticino. Non risiedo nella fascia dei 20 km. In dichiarazione dei redditi cosa devo indicare e in che quadro? Un altro chiarimento: non riesco trovare sul sito dell’Agenzia delle entrate il tasso di cambio, come faccio a trovarlo? Che deduzione forfettaria mi spetta: € 8000 o € 6700?

Nel modello Unico va dichiarato il salario netto come da certificato di salario svizzero dedotta una parte della franchigia per chi lavora all’estero proporzionale alle mensilità incassate. Per i redditi 2011 la franchigia è ancora di € 8000. Per i redditi 2012 è stata ridotta a € 6700, e successivamente non è stata prorogata.

L’imposta alla fonte prelevata in Svizzera costituisce un credito d’imposta che andrà detratta dall’aliquota IRPEF. Il tasso di cambio da applicare per la dichiarazione del reddito da lavoro dipendente è il cambio indicativo di riferimento del giorno in cui i redditi sono stati percepiti o quello del giorno antecedente più prossimo. Se in quei giorni il cambio non è stato fissato, va utilizzato il cambio medio del mese. Per conoscere il cambio in vigore in un determinato giorno si può consultare il sito Internet dell’Unità di informazione finanziaria della Banca d’Italia (www.uif.bancaditalia.it), Sezione Cambi fiscali.

Non siamo in grado di essere più precisi. Le consigliamo di farsi aiutare nella compilazione della dichiarazione da un Centro di assistenza fiscale (CAF), da un patronato o da uno studio fiscale in zona di frontiera.

 

Articoli correlati:

  1. Salari in euro sì, ma il cambio dev’essere giusto
  2. Basejumper: si lancia senza ossigeno da 8000 metri (VIDEO)
  3. Ritenuta del 20% sui bonifici dall’estero solo per i redditi da capitale
  4. La franchigia a 6700 euro sarà permanente
  5. Frontalieri: franchigia in bilico
  6. Prorogata la franchigia di 6700 euro per i frontalieri
  7. Sono legali i salari in euro in Svizzera?
  8. Frontalieri fuori zona: franchigia ridotta a 6700 euro
  9. I frontalieri di Milano non sono esentati dal dichiarare i redditi conseguiti in Svizzera
  10. I frontalieri che abitano fuori dalla fascia dei 20 km e il fisco

 

Un Commento »

  • Franco scrive:

    Buongiorno,
    ristorni & fiscalità dei frontalieri della fascia di confine : Tralasciando che ora sono in discussione, l’attuale accordo soddisfa tutte i doveri fiscali del frontaliere . Questo include le quote ai comuni, ma non è solo questo il dovuto fiscale da parte del frontaliere : Come è uscito nelle recenti vicende, l’intero ristorno va’ a Roma , la quale trattiene tra il 30% e il 40 % di tale introito ( fonte “ufficiose”) Tale “trattenuta” immagino sia “sostitutiva” della dichiarazione dei redditi.Da fonte “ufficiose” i comuni incassano piu’ da questo che da un equivalente residente. Roma è ugualmente soddisfatta dalla parte sostitutiva (chiamiamola irpef..) ???

Scrivi un commento!

Inserisci il tuo commento qui sotto, oppure esegui un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile e conciso. Resta in argomento. Niente spam.

Puoi usare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito supporta i Gravatar. Per ottenere il tuo gravatar personale (Globally Recognized Avatar) registrati su Gravatar.